COSMO CAIXA

Una delle tante esperienze da fare a Barcellona con i vostri bambini e ragazzi è sicuramente il CosmoCaixa.
Sembra di essere all’interno di un mega documentario e se siete curiosi di risvegliare lo scienziato che è in voi questo è il posto ideale.
Non a caso vi accolgono all’ingresso un trio d’eccezione: Albert Eistein, Charles Darwin e Marie Curie.

 

Come arrivare al Cosmo Caixa

INDIRIZZO 
METRO RENFE L7 MARRONE – fermata AVINGUDA TIBIDABO + 10 minuti a piedi [google maps]
METRO
L3 VERDE – fermata PENITENTS + BUS H2 [google maps] BUS (da Plaça Catalunya) V13 – fermata RONDA DE DALT PL. CENTRAL + 7 minuti a piedi [google maps]
BUS (da Plaça Catalunya) V15 – fermata  JOSEP GARI AV. TIBIDABO + 7 minuti a piedi [google maps]

BIGLIETTO e ORARI


Tutti i giorni dalle ore 10:00 alle 20:00
5/1, 24 e 31/12 dalle ore 10:00 alle 18:00
CHIUSO 1 e 6/1, 25/12
Ingresso gratuito per minori 16 anni e clienti “la Caixa”
Le didascalie sono solo in catalano, spagnolo ed inglese

Il CosmoCaixa è un centro senza barriere architettoniche, pensato interamente per accogliere disabili, non udenti e non vedenti.
Al bisogno potrete anche noleggiare sedie a rotelle.

PRO e CONTRO del CosmoCaixa?

Il prezzo sicuramente è la prima cosa che avrete notato! Tramite il link che vi ho indicato avrete uno sconto online del 50% e gratuito per i minori di 16 anni.
Quindi è ideale per famiglie.

Unica nota negativa la mancanza delle spiegazioni in italiano.

 

Un museo interattivo per grandi e piccoli da non perdere

Il Cosmo Caixa, inaugurato nel 1981 è il primo museo interattivo in tutta la Spagna.
Lo splendido edificio modernista costruito da Josep Domènech i Estapà nel 1904 era destinato all’asilo per non vedenti.
Dopo 75 anni di servizio la Fondazione “la Caixa” incaricò il fior fiore degli architetti catalani per ristrutturare ed ampliare l’edificio.
E così il Museo delle scienze di Barcellona ha aperto alla conoscenza nel 2004 e solo nel primo anno ha accolto 1 milione di persone di cui 186 mila erano studenti potendo partecipare ad oltre 9.000 attività svolte.
Negli oltre 30.000 metri quadrati vivrete esperienze uniche e veramente imperdibili.
E come recita lo statuto della fondazione.

…rendere la scienza accessibile a tutti i cittadini senza esclusioni, includendo ricerca e cultura scientifica e promuovendo la scoperta e la creazione di confronti scientifici.
Soprattutto collegando la scienza alla realtà ed ai bisogni sociali con particolare attenzione alle questioni legate alla sostenibilità.

Superato l’ingresso dell’edificio modernista potete scegliere scendere attraverso questa divertente scala circolare oppure con i comodi ascensori. Destinazione PIANO -5.

 

Entriamo nel BOSQUE INUNDADO

Avete mai attraversato la foresta Amazzonica? 
Questa è una delle esperienze che vi permetterà di vivere una cosa a dir poco impossibile nella vita di tutti noi.
Entrerete in un ecosistema che include il 50% delle biodiversità del pianeta.
Mille metri quadrati per scoprire le specie più rappresentative dell’Amazzonia: alligatori, formiche, boa, pesci, uccelli e piante tropicali.

“TRA I PAESAGGI CHE SONO PROFONDAMENTE IMPRESSIONATI NELLA MIA MENTE, NIENTE E’ COSÍ ECCEZIONALE COME LE FORESTE PRIMARIE TROPICALI.”

CHARLES DARWIN

La foresta allagata è solo un frammento di quello che è la foresta amazzonica brasiliana (grande quanto 18 volte l’Italia, quasi come l’Europa occidentale…).
Frondoso, caldo, umido, dove ogni 15 minuti cade una vera pioggia tropicale.
E’ un mondo pieno di sensazioni.

“LA CONOSCENZA È UN’AVVENTURA INFINITA SULLE SPONDE DI INCERTEZZA.”

JACOB BRONOWSKI

 

Entriamo nel nostro UNIVERSO, tra Kósmos, Evolución e Fronteras

L’apertura del CosmoCaixa è contemporanea all’era analogica. Ora per mostrare, informare e conoscere è fondamentale un adeguamento digitale.
Per questo motivo a partire da gennaio 2019 i 3.500 metri quadrati che compongono questa sala rimarranno chiusi al pubblico ad esclusione della foresta amazzonica, del muro geologico, della base antartica e tutte le mostre temporanee.

Scopriamo il nostro pianeta con EL MURO GEOLÓGICO

Sapete quali effetti hanno l’erosione, la sedimentazione o il vulcanismo?
Tutte le risposte sono nel muro geologico del CosmoCaixa, costruito da sette grandi pezzi reali originati da diversi processi geologici.

“LE FORZE DI OGNI GIORNO TORNANO ALLA MENTE DEL GEOLOGO CHE NULLA È INSTABILE COME IL LIVELLO DELLA CORTECCIA TERRESTRE.”

CHARLES DARWIN

Ogni pezzo illustra una era geologica e avrete a fianco le semplificazioni del processo geologico che lo ha generato.
Come l’erosione, la sedimentazione o come il vulcanismo, le faglie e le pieghe…
Quando sono venuto qui mi è sembrata una emozionante lezione di geologia potendo ammirare 24 metri di roccia originale.
Con tanto di “certificato di origine”…

Uno sguardo all’Antartide

La remota e fragile zona dell’Antartide è sicuramente la parte più vergine del nostro pianeta.
Lo sguardo scientifico della Dottoressa. Castellví, la prima donna a capo di una base nella storia della ricerca scientifica internazionale, ci permette di entrare nel laboratorio della prima base antartica spagnola Juan Carlos I.
E poi avrete modo di giocare con i pinguini oltre a poter ammirare la bellezza naturale dell’Antartide tramite gli scatti del fotoreporter Sebastião Salgado.

Nel 1986, quattro scienziati spagnoli, tra cui la Dottoressa Josefina Castellví, riuscirono a raggiungere l’Antartide grazie all’aiuto dei colleghi polacchi.
Piantarono la loro tenda su un pezzo di Livingston Island e due anni dopo fecero entrare il governo spagnolo nel Trattato Antartico nel 1988.

La storia più emozionante, la scoperta di Kósmos

Conoscere la storia della vita è sempre stata una delle attività scolastiche che preferivo tra le tante.
Le prime testimonianze dirette sono i fossili e da qui inizieremo un viaggio all’origine della terra… circa 4,5 milioni di anni fa.

“La historia más bella del cosmos”, “La più bella storia del cosmo” è una mostra lunga 900 metri ed ad ogni passo viaggerete per cinque milioni di anni dell’evoluzione biologica del nostro pianeta!
Fantastico vero?

“SIAMO LA PRIMA GENERAZIONE DI UMANI AVENTI SOSTANZIALE COMPRENSIONE DELL’ORIGINE DEL COSMO E DELLA VITA IN ESSO”.

ARTHUR PEACOCKE

Dagli organismi pluricellulari alla conquista della terraferma e poi il volo, i primi mammiferi, le prime piante, la comparsa degli ominidi… con reali e preziose testimonianze che raccontano come la vita si stabilì sul nostro pianeta.

La Sala della Materia, il modo migliore per appassionarsi delle Scienze

Delle tante possibilità di conoscenza quella del “provare con le proprie mani” è sicuramente la più divertente.
Nella Sala della Materia ci sono strumenti e laboratori per vivere le scienze.

Planetario, Toca Toca e Click e Flash, uno spettacolo nello spettacolo

Il planetario 3D è la grande occasione che avrete al CosmoCaixa per viaggiare nel tempo e nello spazio.
E’ un Digital Planetarium, il più avanzato in Spagna con la proiezione all’interno della cupola per una esperienza coinvolgente… e stellare!
Cielo, costellazioni, sole e luna e tutti i pianeti sono presenti nel piccolo Planetario Burbuja, dove con l’aiuto di un educatore si viaggerà attraverso le stelle e nel nostro sistema solare.
Il Toca Toca è un vero laboratorio dove sviluppare esperimenti per catturare serpenti, stelle marine, topi del deserto…
Al vostro fianco guide esperte che vi accompagneranno in questa incredibile attività.
Per entrambe le attività bisogna recarsi alle casse per un supplemento di 5 euro.

Siete venuti al CosmoCaixa con i vostri bambini? Dai 3 ai 10 anni ci sono attività speciali per loro.
Vi hanno mai tempestato di domande sul perché gli specchi riflettono o perché le navi non affondano?
Qui scopriranno i piccoli, grandi segreti della vita.

Una giornata al CosmoCaixa ed una comoda pausa per mangiare

Venire qui con la famiglia vuol dire trascorrere alcune ore della vostra vacanza.
Per fortuna che c’è un comodo bar ed un ristorante.
Ma se vi siete organizzati con un pranzo al sacco c’è anche una zona all’aperto per il vostro picnic!