ELS SEGADORS, l’inno della Catalunya

GUARDA IL VIDEO

Un sentito ringraziamento a Maria Ibarz López, Gerente de l’Orfeó Català l’Escola Coral i el Cor de Cambra del Palau de la Música Catalana per la concessione d’uso del brano durante il concerto di Santo Esteve 2019 e TV3 Catalunya per l’autorizzazione uso del video.

Non c’è volta che non mi venga la pelle d’oca. Non c’è occasione che senta questo inno e gli occhi mi si inondino di emozioni e lacrime.
L’inno dei Segadors è l’inno nazionale della Catalunya che urla e lamenta l’oppressione riscattando la libertà con orgoglio, dignità, onore.

Le origini dei Segadors

Corpus de Sang, opera di Antoni Estruch i Bros (1907) su gentile concessione © Museo d’Art de Sabadell – Ajuntament de Sabadell

Tra i simboli dell’identità catalana, Els Segadors si ispira a uno degli eventi iniziali della sollevazione della Catalunya.
La guerra dei Segadors o dei mietitori, ebbe inizio il 7 giugno 1640, conosciuta come Corpus de Sang.
Era il giorno del Corpus Domini ed i contadini catalani, venuti in città per l’annuale assunzione dei lavori di mietitura, armati di falci, entrarono a Barcellona.
La presenza del viceré non fu per niente una buona notizia e le scintille, per il caldo e per l’insofferenza, avviarono una cruenta rivolta contro le milizie reali spagnole.

Dalmau III, viceré di Catalunya morì insieme a una ventina di funzionari e le truppe di re Filippo IV di Spagna vennero scacciate.
Di lì a poco il politico catalano, Pau Claris proclamò la Repubblica Catalana.

Il poeta catalano Emili Guanyavents nel 1899 scrisse il testo dell’opera che vinse un concorso indetto dal partito politico Unió Catalanista ispirandosi ad un antico testo del XVII secolo e recuperato dal filosofo Manuel Milà e pubblicato nella sua rivista Romancerillo catalán nel 1882.

Il testo originale era intriso di maggiori riferimenti a tematiche politiche.

Els Segadors divenne dunque uno dei capisaldi del catalanismo sopravvivendo alla dittatura franchista che cercò ripetutamente di annientare lingua e cultura catalane.

Il 25 febbraio 1993, a oltre 15 anni dalla restaurazione della democrazia in Spagna, il parlamento della Generalitat de Catalunya adottò Els Segadors quale inno ufficiale della comunità autonoma della Catalunya e nel 2006, con il nuovo statuto d’autonomia catalana, venne confermato all’articolo 8.4.

Il testo de Els Segadors

Catalunya, triomfant,
tornarà a ser rica i plena!
Endarrera aquesta gent
tan ufana i tan superba!

Bon cop de falç!
Bon cop de falç, defensor de la terra!
Bon cop de falç!

Ara és hora, segadors!
Ara és hora d’estar alerta!
Per quan vingui un altre juny
esmolem ben bé les eines|

(ritornello)

Que tremoli l’enemic
en veient la nostra ensenya
com fem caure espigues d’or,
quan convé seguem cadenes!

(ritornello)

Il Coro Orfeo Català

59 cantanti di età compresa tra 16 e 25 anni, la maggior parte dei quali provengono dai cori dei bambini dell’Orfeó Català.
È l’anima del Cor Jove del Orfeó Català.
La formazione continua in lezioni di canto e prove settimanali culmina nell’esecuzione concertistica con oltre 20 concerti all’anno del Palau de la Música Catalana e nei festival di tutta la Catalunya sviluppando attività di scambi con altri cori e orchestre nazionali e internazionali.

Il fine è quello di arricchire l’educazione musicale promuovendo lo sviluppo personale dei giovani cantanti.

“Crecer dentro de los coros de la Escola Coral permite que el niño y el joven aprendar a cantar dentro de un entorno lleno de valores como la sensibilidad, el compromiso, el compañerismo y el amor por la música”

Crescere nei cori dell’Escola Coral permette a bambini e ragazzi di imparare a cantare in un ambiente pieno di valori come sensibilità, impegno, cameratismo e amore per la musica.
Esteve Nabona, direttore del Escola Coral.

213 bambini e ragazzi di età compresa tra i 6 e 25 anni danno vita ai cinque cori dell’Escola Coral del Orfeó Català, un progetto educativo, artistico e sociale che fornisce loro una formazione vocale e musicale completa.
Il viaggio inizia all’età di sei anni nel Cor Petits e continua con il suo passaggio al Cor de Noies o al Cor Jove dell’Orfeó Català per sei anni di intensa formazione musicale.

Il team artistico professionale è composto da direttori, pianisti, insegnanti di canto e linguaggio musicale garantendo una vitalità e un’inerzia che non si ferma sviluppando anche progetti impegnati a livello sociale.

fonte e foto https://www.orfeocatala.cat/es/quienes-somos_3983