MUSEO CIOCCOLATA

Il museo più dolce di Barcellona? Senza ombra di dubbio è il Museu de la Xocolata, il Museo del cioccolato di Barcellona.
Un museo dedicato al mondo dell’oro nero per eccellenza.

Fu fondato su iniziativa del Gremi Provincial de Pastisseria de Barcellona ovvero la Coorporazione dei Pasticcieri di Barcellona e promuove la lunga tradizione cioccolatiera artistica.
Venite all’interno del Museo della Cioccolata… venite a scoprire tradizioni e culture tutt’ora vive!

 

Dove si trova il Museo della Cioccolata di Barcellona

INDIRIZZO Carrer del Comerç, 36
METRO L1 ROSSA – fermata ARC DE TRIONF / L4 GIALLA – fermata JAUME I
BUS 39, 40, 42, 45, 51, 55, 120, 141
A PIEDI a pochi passi dal Parc de la Ciutadella / a 10 minuti dalla Cattedrale

ORARIO e BIGLIETTI
LU – SA dalle ore 10:00 alle 19
DO dalle ore 10:00 alle 15:00
Chiuso il 1 e 6/1, 25 e 26/12

Cliccate qui sotto per prenotare il vostro biglietto d’ingresso con uno sconto online del 5%.

 

Il museo più dolce di Barcellona!

Tra le tante cose da fare con i vostri bambini a Barcellona (ma l’invito è ovviamente rivolto a tutti i golosi…) il Museo del Cioccolato di Barcellona riveste una importante compito.
Quello di farvi conoscere l’antica storia di questo prodotto raccontando il percorso storico e geografico dalle sue origini alla diffusione in Europa.

Ogni anno ci sono mostre temporanee, concorsi internazionali per le figure di cioccolato riunendo artisti da tutto il mondo.
A noi interessa vedere le sculture in cioccolato tra le più incredibili.
La Pietà di Michelangelo, la salamandra di Park Güell, la Sagrada Familia, per rimanere nell’ambito dei monumenti e delle opere mondiali.
Poi abbiamo anche Asterix, Don Chisciotte, SpongeBob
600 metri quadrati di museo per rimanere continuamente a bocca aperta. E visto che mangiare a bocca aperta è cosa da maleducati sappiate che alla fine della mostra c’è un bellissimo shop dove comprare le riproduzioni più curiose e divertenti.

Riuscirete a non mangiarvele?

 

L’antica storia del Museo del Cioccolato di Barcellona

Nell’ex convento di Sant Agustí è ospitato il Museu de la Xocolata dove conoscerete meglio questo prodotto legato al mito, con proprietà medicinali e sempre più valorizzato nella gastronomia mondiale.
In questo antico edificio, nel 18mo secolo l’esercito borbonico era un accanito consumatore di cioccolata tanto che era presente nei menu delle accademie militari del tempo.

“Per la colazione di ogni cadetto e dell’ufficiale della compagnia verrà data un’oncia e mezzo di cioccolato con un litro di pane …”

Il corpo degli alabardieri, la guardia personale del monarca, era chiamato con invidia, “i cioccolatieri”, perché essendo un corpo viziato ed elitario beveva molto cioccolato.
Dalla scoperta delle Americhe la cioccolata ha avuto un ruolo nel tessuto economico e sociale della Ciudad Condal dove il porto di Barcellona fu il primo punto di partenza del prodotto per la sua commercializzazione e diffusione in tutta Europa.

 

Il cioccolato ed il modernismo catalano

Volete scoprire il legame tra il cioccolato e il modernismo catalano?
Ebbene si, Barcellona oltre ad essere stato il primo porto nel Mediterraneo a ricevere la materia prima per la sua commercializzazione in Europa è stata anche la prima città in Europa a lavorarla e trasformarla in tavolette, cubetti ed infine in tazze calde da gustare con gustosissimi xurros…

Primo fra tutti Antoni Amatller. Ma chi era?
Se siete curiosi di conoscere il primo industriale più famoso di Barcellona nella lavorazione delle bacche di cacao leggete la storia del primo borghese che ha anche trasformato Passeig de Gràcia in una vetrina modernista.

 

La via più dolce di Barcellona, Carrer Petritxol

Oltre a questo dolce museo esiste a Barcellona una via che è la storia della cioccolata in tazza.
A due passi dalla Rambla, vicino alla Basilica di Santa Maria del Pi c’è Carrer Petritxol conosciuta come la strada più dolce di Barcellona.

Che ne dite? Ci immergiamo in questo profumatissimo museo e godiamo di un mondo pervaso da dolcezza e infinita bontà?Cliccate qui sotto per prenotare il vostro biglietto d’ingresso con uno sconto online del 5%.