Museo del Modernismo

Visitare il Museo del Modernismo di Barcellona

INDIRIZZO Carrer de Balmes, 48
METRO L1 ROSSA / L3 VERDE – fermata CATALUNYA
METRO L1 ROSSA / L2 VIOLA – fermata UNIVERSITAT
METRO L2 VIOLA / L3 VERDE / L4 GIALLA – fermata PASSEIG DE GRACIA
BUS 7, 63, 67, 68
BARCELONA BUS TURISTIC Linea Blu

BIGLIETTO d’ingresso e ORARI


Ticket emesso da VisitBarcelona ® Turisme de Barcelona
ente ufficiale di promozione turistica di Barcellona

ORARIO LU – VE dalle ore 10:30 alle 14:00 / dalle ore 16:00 alle ore 19:00.
SA solo mattina.
CHIUSO SA pomeriggio, DO e giorni festivi,
1 e 6 gennaio, 1 maggio, 15 agosto, 11 e 25 settembre, 12 ottobre, 8 25 e 26 dicembre.

Clicca la mappa per accedere a Google Maps

Tour Modernista di DestinoBCN

Sito web del Museo

Altre info sul Museo del Modernismo

La parola che sentirete maggiormente a Barcellona è proprio Modernismo.
Il Museo del Modernismo rappresenta il meglio di questo stile che è il carattere artistico ed architettonico più rilevante di Barcellona.
Poteva mancare un museo interamente dedicato allo stile Liberty, all’Art Nouveau, in una città come Barcellona?
Ovviamente l’esposizione delle 350 opere degli artisti modernisti più importanti sono all’interno di un edificio modernista a due passi dalla Manzana de la Discordia.

 

Perché visitare il Museo del Modernismo

Aperto nel 2010 ed ubicato in un egregio palazzo modernista che una volta era una antica fabbrica tessile il Museo del Modernismo offre la possibilità di conoscere senza filtri l’arte che ha riempito i palazzi borghesi di mezza Barcellona.

Due antiquari barcellonesi, Fernando Pinós y Maria Guirao hanno raccolto qui quarant’anni di attività professionale dedicata esclusivamente al modernismo catalano.
La collezione ci offre oggigiorno 350 opere firmate da 42 degli artisti più rappresentativi di questo stile.
Vedrete Josep Llimona, Puig i Cadafalch, Picasso, Gaudí… chi per la pittura, chi per la scultura e chi per le arti decorative.

Gli importanti lavori di recupero degli spazi di questo edificio ci mostrano le caratteristiche “vueltas catalanes” ovvero le piccole volte del soffitto al piano inferiore.
Oltre 1.000 mq con una sala dedicata (ovviamente) ad Antoni Gaudí mentre al piano inferiore gli spazi sono interamente dedicati alla pittura, scultura ed all’arte delle vetrate.