Quartiere Gotico


Il Barrio Gotico di Barcellona è qualcosa difficile da descrivere. E’ magia. E’ anima. E’ un museo.
Le sue strade, tra il labirintico e il romantico, percorrono millenni di storia.
Di giorno una emozione, di notte un’altra. Tra amori, foto, ristoranti, segreti e piazze questo è sicuramente il posto dove vivrete la Barcellona più vera.

Vi ho già preparato due differenti tour guidati ricchi di informazioni ma soprattutto iper descrittivi con tutti i segreti di questo millenario quartiere.
Il primo percorrerà la storia di Barcellona dalle sue origini e dalla sua fondazione.
Il secondo seguirà la storia più recente, quella che ci ha regalato l’attuale Barrio Gotico.

Il Barrio Gotico di Barcellona, perché qui e cosa vedere

Questo non è il centro di Barcellona. Questo è il centro della Catalunya.
Qui quattromila anni fa è nata la città che ora tanto amiamo ed al suo interno potrete vivere tutta questa storia.
Oppure semplicemente perdervi tra bar e taverne.

A livello urbanistico nasce come colonia romana con il tradizionale castrum (campo militare).
Queste tracce le troviamo tutt’oggi sul Monte Taber, una collina dove oggi sorgono da una parte il municipio e dall’altra la sede della Generalitat de Catalunya ovvero in Plaça Sant Jaume.

Parte di questa testimonianza è il Tempio di Augusto e le Quattro colonne. Uno dei segreti da non perdere proprio dietro la Cattedrale.

L’organizzazione delle strade del tempo è ancora visibile nelle cartine del centro storico e nelle mura romane rimaste in piedi, il tradizionale cardo e decumano.
E poi nelle maestose chiese come Santa Maria del Pi, Santa Maria del Mar o nella più antica basilica di Barcellona, Sant Just i Pastor.

Qualunque sia il vostro interesse per passeggiare nel Barrio Gotico di Barcellona sappiate che di sera diventa un luogo misterioso.
La magica atmosfera delle sue stradine contorte e l’incantevole pace delle sue piazzette sono la perfetta ambientazione per una serata tra bar alternativi.

 

Come arrivare e come muoversi nel Barrio Gotico

Il Barrio Gotico parte dalla Ramblas ed arriva fino al Parc de la Ciutadella.
Ecco le fermate della Metro e la mia mappa per orientarvi.
L1 ROSSA fermata PLAÇA CATALUNYA, URQUINAONA o ARC TRIONF
L3 VERDE
fermata PLAÇA CATALUNYA, LICEO o DRASSANES
L4 GIALLA fermate URQUINAONA, JAUME I o BARCELONETA

Il Barrio Gotico, il paradiso per i fotografi 

Il Barrio Gotico è senza ombra di dubbio il luogo ideale per chi ama la fotografia.
Nell’era dei social siamo diventati tutti fotografi e tra selfie e paesaggi la rete è la vetrina ideale per raccontare il nostro viaggio e la nostra vacanza.
Qui potrete sfruttare dei diversi momenti della giornata per avere giochi di luce e angolazioni uniche.

Partendo da Plaça Nova con la scritta BARCINO e dalla Cattedrale vi inoltrerete in Carrer del Bisbe verso il ponte del Bisbe.

LA STORIA DEL PONT DEL BISBE

Entrerete nelle magiche piazzette disseminate in tutto il quartiere, come l’incantevole Plaça Sant Felip Neri, teatro del video degli Evanescence nella canzone My immortal.
Sapete che nella chiesa di Sant Felip Neri proprio su questa piazzetta vi sono gli unici due quadri originali con il volto di Antoni Gaudí?
Per scoprire cosa sono tutti quei buchi sulle pareti circostanti vi invito a leggere la storia di questa piazza.
Se venite qui la sera l’atmosfera è ancora più affascinante soprattutto se avrete la fortuna di trovarci un chitarrista.

PLAÇA SANT FELIP NERI

E poi Plaça Sant Jaume, il punto più centrale del Barrio Gotico, che da duemila anni è sede dei palazzi del potere.
Qui troviamo l’Ajuntament (il comune) e il Palau de la Generalitat de Catalunya.

PLAÇA SANT JAUME

Nel giro di 200 metri avrete a disposizione El Call, il quartiere ebraico di Barcellona con le due sinagoghe, quella maggiore e quella minore, Plaça Sant Justi i Pastor con la sua millenaria chiesa.
Oppure Plaça del Rei, il Tempio di Augusto e le 4 colonne, il museo della Storia di Barcellona che si sviluppa proprio sotto alla pavimentazione di questi siti.

QUARTIERE EBRAICO
BASILICA DI SANT JUST I PASTOR
MUHBA MUSEO DELLA STORIA DI BARCELLONA

Entrare nei vicoli e perdersi regala continuamente nuove scoperte, nuove piazzette, scorci che nemmeno potevamo pensare.
Se poi volete vedere Barcellona dall’alto tutte le chiese e basiliche vi danno la possibilità.

Dalla Cattedrale a Santa Just i Pastor fino a Santa Maria del Pi e Santa Maria del Mar.
Per le prime tre esperienze il biglietto lo effettuerete direttamente all’ingresso. Pochi euro per vivere due punti panoramici veramente esclusivi.

Per Santa Maria del Mar vi suggerisco i link per prenotare la vostra futura visita.
Ne vale veramente la pena.

 

Quanto è pericoloso il Barrio Gotico?

Che siate a Barcellona o in un’altra città del mondo la raccomandazione di stare attenti ai vostri oggetti personali è una ovvietà.
Portafoglio e cellulare mai nelle tasche posteriori, zaini indossati sul davanti o comunque senza i vostri valori al loro interno…

Detto questo il Barrio Gotico è un dedalo di stradine strette e contorte ed i ladruncoli sono molto più scaltri e veloci di voi.
E’ un posto pieno di turisti. Tutti intenti a naso all’insù per ammirare quel particolare o per fotografare quello scorcio.
Se le cose brutte possono capitare ovunque in strade così piccole ed affollate le possibilità di scippo potrebbero essere maggiori.
In ogni modo il Barrio Gotico non è un quartiere pericoloso. Non ci sono situazioni di furto con armi in mano o particolari strade losche.
State semplicemente più attenti.

 

Dove mangiare nel Barrio Gotico

Nei miei tour non mancano mai i consigli dove potersi fermare per saziare quella fame dopo tutto questo camminare.
In pieno Barrio Gotico avrete modo di spaziare dalle cioccolaterie alle taverne tradizionali catalane.

Dai bar più “friky-friky” (semplici e alla mano o addirittura strani / pazzi / nerd) a quelli più di classe vi accontenterò anche per la scelta tra pizze, panini, tapas e cocktails.

Partiamo dalle parti di Santa Maria del Pi.
Qui se attraversate Carrer Petrixtol sarete nella strada più dolce di Barcellona. Le due latterie storiche ora convertite in dispensatori di cioccolate e xurros sono GRANJA LA PALLARESA e la GRANJA DULCINEA tra l’altro frequentata da Salvador Dalí.

CARRER PETRITXOL

Sempre su questa via vi suggerisco EL PINTXO DE PETRITXOL un locale tradizionale catalano con la proposta più tipica: i pintxo, ovvero le tapas servite sopra ad una fetta di pane.
Un menu semplice che soddisferà la vostra pausa.


SITO WEB
Carrer de Petritxol, 9

In una stradina dietro Santa Maria del Pi vi invito ad entrare nella storia della tradizione culinaria catalana.
CAN CULLERETES in Carrer D’En Quintana, 5 vi offrirà squisita carne ed ottimo pesce per un conto medio di 25-35 euro.

SITO WEB
Carrer D’En Quintana, 5

A due passi dalla Cattedrale due comode alternative totalmente differenti tra loro.
PANS & COMPANY è una catena in franchising ma è molto attenta alla qualità.
Un ottimo compromesso per la vostra pausa prima di addentrarvi nel Barrio Gotico anche con un menu gluten free.
Insalate, panini e croquetas,.. semplici ma gustose!


SITO WEB
Av. Portal de l’Angel, 2

Se non riuscite a fare a meno di una pausa jappo eccovi KAK KOY una esperienza di convivialità di Japanes-Tapas per veri amanti del gusto e dal palato sublime.


SITO WEB
Carrer de Ripoli, 16

In pieno Barrio, dietro la Cattedrale altre tre alternative.
SATAN’S – un nome, un destino! per essere tentati nel peccato di gola in modo giovane e fresco.
Ambiente moderno dinamico ed energetico dalla colazione al brunch. Numerosi sandwich e tre piatti Japan (io adoro il Kyabetsu Teishoku Roll).


SITO WEB
Carrer del l’Arc de Sant Ramon del Call, 11

Siete alla ricerca di un ristorante che sia il punto di riferimento della gastronomia autentica?
Entrate da EL PINTOR per gustare la vera cucina catalana in un ambiente intimo (ci si sente a casa).
Baccalà alla catalana veramente squisito… Calcots incredibili, con un’ampia offerta Gluten Free


SITO WEB
Carrer de Sant Honorat, 7

BUENAS MIGAS è sì una catena ma lo spirito familiare è avvolgente.
Quando la fame si fa sentire una focacceria è il meglio per una pausa. Ricetta tradizionale genovese. Sapore barcellonese.
Pizza al taglio e centrifughe di frutta eccezionali.
Menù selezionato Gluten Free.


SITO WEB
Baixada de Santa Clara, 2

 

Bar e locali del Barrio Gotico

Il sole tramonta, la gente inizia a rientrare in hotel per prepararsi per la serata ma voi siete ancora in giro.
La luce che avvolge il Barrio Gotico diventa magica e l’atmosfera è incredibilmente romantica.

Andiamo alla scoperta dei bar e dei locali strani disseminati per vivere storie differenti e pure alternative.

Siete a due passi dalla Ramblas in Plaça Reial?
Entrate e cercate l’insegna circense di OCAÑA, Plaça Reial 13 e godetevi l’atmosfera di questa incredibile location che si affaccia sulla piazza.
Al piano inferiore una ambientazione neyorkese per ascoltare musica dal vivo.

Da non perdere è il BAR MARIATCHI, in Carrer dels Codols 14, famoso per essere il bar preferito di Manu Chao.
Sottotitolo del bar è “Malas Fiestas, Pésimas Resacas” traducibile in “feste orribili, pessimi postumi di sbornia…” un biglietto da visita niente male se volete festeggiare alla grande!

Immancabile un salto al BAR SOR RITA, in Carrer de la Merce 27.
Strano, divertente, allegro, rumoroso, trash, alternativo.
Se avete peccati da confessare questo è il bar che fa al caso vostro.
E se vedete delle décolleté appese al soffitto… tranquilli! Non siete già ubriachi!
Entrate e cercate il quadro con Raffaella Carrà. D’obbligo un selfie da postare sulla mia pagina Facebook!