QUARTIERE EBRAICO DI BARCELLONA

Il quartiere ebraico di Barcellona ospita una delle più antiche sinagoghe d’Europa.
Finalmente è stata restaurata ed aperta al pubblico. Abbiamo così accesso a quello che fu uno dei centri della cultura nell’epoca medievale della città.
Dal IX fino al XIV secolo, Barcellona ebbe una importante comunità ebraica. Alcuni storiografi stimano che abbia raggiunto le 4.000 persone.
Intorno alla Sinagoga si erano creati due quartieri di vicoli stretti, chiamati “call”, dalla parola ebraica Kahal che significa comunità o congregazione.

 

Dove si trova la Sinagoga ebraica di Barcellona

INDIRIZZO Carrer de Marlet, 5
METRO L4 GIALLA – fermata JAUME I
A PIEDI a 10 minuti dalla Cattedrale di Barcellona

 

Cosa è possibile visitare nel Call, il quartiere ebraico di Barcellona

Il Call è parte del Barrio Gotico ed fu uno dei centri della cultura nell’epoca medievale barcellonese.
Qui vennero costruite due sinagoghe. Una di queste, la Sinagoga Maggiore, è una delle più antiche d’Europa, risalente al VI secolo d.C., chiamata anche di Solomón ben Adret, leader del giudaismo catalano durante il XIII secolo, rabbino di Barcellona e banchiere di re Giacomo I.

L’attacco più grave che subì la comunità ebraica di Barcellona fu nel 1391, che si concluse con la morte di 300 ebrei.
Negli anni seguenti le sinagoghe ed i cimiteri ebraici furono soppressi e gli ebrei furono costretti a convertirsi alla fede cristiana.

Dall’espulsione decretata nel 1492, il quartiere iniziò il suo declino e gli edifici come la Sinagoga Maggiore furono convertiti in tintoria mentre la sinagoga minore in convento di Trinitari.
L’ultimo documento storico in nostro possesso è la parrocchia di Sant Jaume in Carrer de Ferran dove è possibile ancora ammirare il tradizionale candelabro ebraico.

 

Particolari per veri curiosi…

In Carrer de Marlet, il centro esatto del Call, c’è una lapide ebraica del IX secolo. Fu trovata tra le rovine durante la costruzione di una casa nel 1820.

Se camminate per il quartiere del Call fate caso ai portoni in Carrer de Arc de Sant Ramon del Call.
Si possono ancora vedere i buchi procurati dagli ebrei nell’inchiodare all’ingresso di casa della “mezuzah”, un rotolo di pergamena con due versetti della Torà.

 

CONDIVIDI LE TUE FOTO SUI SOCIAL con gli #tag ufficiali di DestinoBCN