TOUR MODERNISTA

Chiunque pensi a Barcellona associa subito questa città a Gaudí, l’architetto catalano che ha caratterizzato in modo indelebile questa città.
Non c’è persona che non resti estasiato, incantato, meravigliato, stupito e incuriosito davanti alle sue opere.
Sagrada Familia, la grande incompiuta. Casa Batlló, La Pedrera, Park Güell.
Ma il TOUR MODERNISTA è un viaggio molto più ricco.
Perché gli artisti e gli architetti legati a questa espressione sono differenti, ed ognuno è riuscito a raccontare la propria visione di Barcellona.
Il quartiere per eccellenza è senza dubbio l’Eixample.
Una ampia area agricola che ha accolto a metà del 1800 l’urbanizzazione più caratteristica del mondo.
E proprio in questa immensa scenografia la borghesia ha alimentato la propria brama di lusso.

 L’EIXAMPLE: BARCELLONA SI FA GRANDE

Il tour Modernista di DestinoBCN

DURATA
mezza giornata (circa 5 km)
Lungo il percorso utilizzate i PLUS VERDI per scoprire i particolari modernisti del tour.
Se volete ottimizzare l’intera giornata con un percorso di circa 8 km potete integrare il tour cliccando anche sui PLUS ROSSI per avere extra emozionanti e curiosità non strettamente legate alla tematica modernista.

PUNTO DI PARTENZA
Plaça de Catalunya
da qui in poi non avrete bisogno di Metro o Autobus: il percorso è sviluppato interamente a piedi all’interno dell’Eixample.

 

Alla scoperta del Modernismo catalano

Si parte da Plaça Catalunya e qui potete arrivarci con la METRO L1 ROSSA / L3 VERDE / L6 VIOLA / L7 MARRONE.

Lasciandovi alle spalle Las Ramblas, andate verso Passeig de Gràcia stando sul lato del negozio Apple.
Le mie mappe vi saranno d’aiuto per muovervi in tranquillità.

Fra non molto sul lato opposto del viale potrete ammirare in tutta la sua grandiosità il PALAZZO CASA ROCAMORA.
Ogni singolo particolare è una opera d’arte.
Copre quasi tutto l’isolato ed è uno dei più grandi edifici della zona.
L’idea comune del tempo era la rivalutazione dello stile neo-gotico e fu realizzato nel 1914 su progetto dei fratelli Joaquin e Bonaventura Bassegoda i Amigó.

Pinnacoli con torri semicircolari con rivestimenti di ceramica dal rosso all’arancione in forte contrasto con il bianco della facciata.
Con un buon zoom della vostra macchina fotografica scorgerete particolari veramente unici.

Prima di portarvi dritti davanti Casa Batlló, la geniale opera di Antoni Gaudí, vorrei farvi apprezzare alcuni particolari modernisti che hanno abbellito i palazzi di questo quartiere.
Attraversata la Gran Via passeggiate per un solo isolato fino ad incrociare Carrer de la Disputació.
Svoltate a sinistra e dopo due isolati, al civico 250 sarete davanti CASA GARRIGA NOGUÉSanno 1902 per opera dell’architetto Enric Sagnier, oggi sede della Fondazione Mapfre ed ai piani superiori convertito in hotel.

La facciata è una mescola di elementi classici e rococò, come tetto, ringhiera o le quattro grandi mensole che reggono il balcone: sono le quattro età della vita.
Da sinistra a destra troviamo le muse: dapprima con un bambino in fasce, poi nella pubertà e maturità ed infine con un anziano incoronato.


Proseguendo lungo questa via girate a destra in Carrer de Balmes dove al civico 48 sarete davanti al Museu del Modernisme de Barcelona.

 

Il Museo del Modernismo di Barcellona

Al suo interno potrete ammirare circa 350 opere degli artisti più influenti del modernismo catalano. Ed alcuni arredi progettati da Antoni Gaudí.

 MUSEO DEL MODERNISMO DI BARCELLONA

Il biglietto di ingresso costa solo 10 euro ma prenotando con il mio link avrete uno sconto del 15%

Orario MA – SA 10:30 – 19 / DO e festivi 10:30 – 14

Usciti dal Museo girate a destra su Carrer de Consell de Cent per un isolato.
Giunti su Rambla de Catalunya avrete subito a sinistra, al civico 47 avrete CASA FARGAS.


Le semplici forme della sua facciata fanno di CASA FARGAS un esempio del primo Modernismo.
Le vetrate centrali ondulate per ogni piano.
Decorazioni con motivi floreali in rilievo.
Balaustre in ferro battuto.

Fu il medico Miquel Fargas ad incaricare nel 1902 l’architetto Enric Sagnier che realizzò questo edificio sviluppando una sorta di Art nouveau francese sobria ed essenziale.

Qui nacque e morì il politico liberista Ramon Trias Fargas che fondò la Esquerra Democràtica de Catalunya (Sinistra Democratica della Catalogna) nel 1964 e qui ha sede oggi la fondazione che porta il suo nome.

 

La Manzana de la Discordia

Stavate percorrendo Carrer de Consell de Cent in direzione Passeig de Gràcia.
Nello “smusso” di questo crocevia sarete di fronte a CASA LLEÓ MORERA (1902) dell’architetto Lluìs Doménech i Montaner, ora sede del prestigioso marchio di moda Loewe.

Casa Lleó Morera deve il suo nome al tipo di decorazioni scelte dall’architetto ovvero i leoni (Lleó) e il gelso (les moreres).
E’ uno dei migliori esempi di artigianato ebanista e di maestri vetrai tant’è che questo edificio valse a Domènech i Montaner numerosi riconoscimenti e premi.

Siamo in piena “Manzana de la Discordia. Si tratta di un isolato che comprende i tre più celebri edifici modernisti del viale.
L’appellativo gioca sul doppio significato del termine manzana, traducibile dal catalano in “isolato” ma pure in “mela” (dal castigliano) che rimanda al mito del pomo della discordia.

 

Verso la grande bellezza Modernista

Rimanete su questo viale e più avanti al civico 41 avrete la spettacolare CASA AMATLLER per opera dell’architetto Josep Puig i Cadafalch.


Al suo fianco, al civico 43, l’opera di Antoni Gaudí, la fantastica CASA BATLLÓ.
Se (malauguratamente) non avete intenzione di entrare andate a leggervi i miei articoli… almeno conoscerete cosa vi state perdendo.

 CASA AMATLLER
 CASA BATLLÓ


Il mio Tour Modernista è differente da molti altri che potrete leggere in giro…
Per prima cosa perché sapete bene che io vi porto nel cuore e nell’essenza di Barcellona e non mi limito ai monumenti tradizionali.Mentre passeggiamo insieme da un monumento e l’altro ci sono piccoli particolari che vale la pena di ammirare, se non altro perché gratuiti!

Con tutto l’incanto possibile negli occhi, dopo aver ammirato Casa Batlló seguiamo il percorso a sinistra, lungo Carrer d’Aragó.
Fra pochi metri avrete la visione di un palazzo in mattone rosso con in cima una nuvola di metallo… 

 

La fondazione Tàpies, il modernismo incontra il contemporaneo

Al civico 255 questo edificio costruito da Lluís Domènech i Montaner è uno dei pochi esempi, insieme a Casa Vicens di Antoni Gaudí, di architettura eclettica e modernista.

Antoni Tàpies, contemporaneo di Picasso, Miró e Dalí, è un altro grande nome dell’arte catalana.

La facciata del museo unisce influenze arabe e classiche ed è sormontata da una gigantesca opera di Antoni Tàpies, Nuvola e sedia.
La nuvola si vede chiaramente… divertitevi a trovare la sedia, che per l’artista simboleggia la meditazione e la contemplazione estetica.

 FONDAZIONE TÀPIES

 

Rambla de Catalunya, il salotto modernista per eccellenza

Prima di abbracciare un’altra grande opera di Antoni Gaudí, La Pedrera, se cliccate sul PLUS VERDE, vi porto su Rambla de Catalunya per ammirare un paio di facciate moderniste.
E’ una passeggiata di 20 minuti.

 RAMBLA DE CATALUNYA e le sue meraviglie

 

Casa Milà, La Pedrera: la natura secondo Gaudì

Tornando su Passeig de Gràcia al civico 92 sarete difronte all’opera più stravagante e complessa di Antoni Gaudí.
CASA MILÀ, meglio conosciuta come LA PEDRERA.

Una facciata con onde del mare e caverne, un portone che sembra una farfalla ed al suo interno un giardino dell’Eden.
E poi sulla terrazza i guardiani di Star Wars ed una vista spettacolare.

 LA PEDRERA – CASA MILÀ

Se invece volete vivere una esperienza veramente speciale potrete conoscere la leggenda e la storia di questa casa con uno spettacolo notturno unico nel suo genere.

Volete un’anteprima di uno dei cortili interni della Pedrera?
Entrate nel Café La Pedrera al suo lato… accomodatevi ammirate i soffitti scolpiti nel mare ed affacciatevi alla finestra per scorgere la magnificenza ed il genio di Antoni Gaudì…

 

 

"TOUR MODERNISTA" è un articolo premium. Se vuoi avere accesso a questo percorso guidato, puoi acquistarlo a soli 5 EUR.
"TOUR MODERNISTA" is a premium article. If you would like to get access to this guided route, please pay 5 EUR fee.